di Aglieta Paolo Cell. 335.5886126- Pavona (Rm)

  • progettazione giardini

La potatura di alberi e la progettazione di aree verdi e giardini, che vengono visualizzati nelle immagini, sono altre nostre principali attività.

Servizi di giardinaggio

Ci occupiamo anche dell'installazione di impianti di irrigazione e di prato in rotoli, della realizzazione di aree verdi e di rifacimento di prati, offrendo tutti i tipi di servizi di giardinaggio.

IL  PRATO


Si inizia con una buona lavorazione, anche profonda, del terreno e con l'interramento di fertilizzanti organici e chimici; quindi, per garantire una buona uniformità al prato, spesso e volentieri si fa ricorso a diserbanti chimici, con lo scopo di eliminare tutte le erbe indesiderate, i cui semi e rizomi sono presenti sul terreno.
Purtroppo occorre rilevare che il gusto estetico generale è impostato in modo tale per cui, come in agricoltura, si attribuisce estrema importanza e valore all' "uniformità": un prato è tanto più bello e raffinato, quanto è più uniforme, simile ad un tappeto o ad una moquette; dimenticando però che la natura tende invece alla molteplicità e ella variabilità.
Il risultato è che spesso la manutenzione del prato si trasforma in una lotta fra noi che vogliamo uniformare e la natura che insiste nel voler variare.
Questo accanimento sugli interventi di manutenzione proviene della falsa convinzione che il prato sia un elemento di tipo architettonico-arredativo e che come tale, debba comportarsi al pari di un edificio o dei mobili o dei quadri; mentre, trattandosi di organismi viventi, sarebbe più corretto paragonare le sue esigenze con quelle del cane, del micio e degli animali da compagnia in genere. La lotta per l'uniformità assume talvolta degli aspetti maniacali e  i lombrichi, che con il loro infaticabile lavoro di rimozione e fertilizzazione del suolo, lasciano dei fastidiosi - ma preziosissimi - mucchietti di terra in superficie.
Il prato all'inglese solitamente viene seminato in autunno o primavera, utilizzando un miscuglio, formato da semi di varietà più o meno selezionate, appartenenti a tre o quattro delle seguenti specie di graminacee: Lolium italicum, Lolium perenne, Poa pratensis, Poa annua, Festuca rubra, Festuca ovina, Festuca arundinacea, Agrostis tenuis, Agrostis stolonifera.
In genere, se il miscuglio viene distribuito con cura, il seme interrato con un rastrello, e quindi il terreno pressato col rullo, si ottiene in uno o due mesi un bellissimo prato verde ed uniforme.
Una volta spuntato il prato, sta a noi decidere quale sarà il tipo di manutenzione. Occorrerà una buona fertilizzazione con concimi a base di azoto, fosforo, potassio, microelementi e possibilmente sostanza organica. L'altezza e la frequenza della rasatura determineranno il grado di raffinatezza del nostro prato; io consiglio di rasarlo una volta alla settimana nel periodo da maggio a ottobre, con una altezza che varia da 3 a 4 a seconda della quantità d'acqua che riusciamo a garantire al nostro prato ed alle condizioni atmosferiche del periodo. Ricordate che se non avete un buon impianto di irrigazione, magari computerizzato, l'unico modo per proteggere le radici dalla siccità è quello di non rasare troppo corto il prato.
 

GIARDINIERE GREEN | 44, Via Genova - 00041 Albano Laziale (RM) - Italia | P.I. 06251271000 | Cell. +39 335 5886126 | aglieta@virgilio.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy